Riflessioni politiche #2

Che in Italia stia accadendo qualcosa, è ormai chiaro agli occhi di chiunque non abbia lasciato la propria sanità mentale al supermercato.

C’è da domandarsi cosa, stia succedendo, e poi perché.

Attualmente abbiamo un governo che assomiglia sempre più ad una corte reale; ci sono fedeli alfieri pronti a difendere in ogni momento il proprio sovrano, contabili con l’incarico di nascondere dietro ai numeri la cresta sulle tasse, sceriffi che vigilano sulla tranquillità dei vecchi, giocolieri della politica come portavoce.

Vi sono i teologi  che inseriscono ogni azione del re nella nuova traduzione evangelica e sacerdoti che celebrano tutti i giorni la parola del profeta.

Dicevo, la tranquillità dei vecchi, niente rumori molesti, gente vestita bene, la buona musica di una volta, qualche bella ragazza che canta le mazurche per ricordare i bei tempi andati, le vecchie tradizioni, e niente modernismi che una volta si stava meglio senza tutto questo schifo.

Il target di riferimento, l’obiettivo insomma, è la popolazione italiana, vecchia non solo e non tanto nell’età anagrafica, ma vecchia dentro, convinta da cinquant’anni di ideologie che la strada nuova porta cose che non si conoscono, e quindi pericolose.

Questa, la fabbricazione del consenso.

Poi abbiamo i comitati ristretti, le eminenze grigie che determinano le parole del re, e lo convincono di cosa sia meglio per lui,  monarca dell’Ancien Regime a cui bisogna far credere che nel proprio reame non tramonti mai il sole.

Un tempo l’incoronazione avveniva per volere divino, oggi per volere democratico.

E come dio parla attraverso i propri profeti e sacerdoti, così la democrazia parla attraverso le forze economiche e finanziarie che rappresenta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: